Speciale Barcelona 2010!

venerdì 30 luglio 2010

emanuele formichetti

personale per marta milani

giulia arcioni va in semifinale

Siamo a venerdì....

Ultimi 3 giorni di gare in quel di Barcellona, e ieri prima giornata per l'Italia senza medaglie.
A dire la verità speravo in Fabrizio Donato, ma il saltatore azzurro ha deluso....direttamente dalla pedana direi che era molto contratto e col baricentro insolitamente basso sia in rincorsa che durante i salti...strano perchè in qualificazione aveva fatto tutta un'altra impressione.
Bravo Schembri che si è guadagnato un posto in finale, e che finale!!!
Il britannico Phillips Idowu ha strabiliato con il nuovo personale a 17,81....è particolare come sembri ancora non maturo tecnicamente, con distribuzione dei balzi diversa da un salto all'altro....nel terzo salto con hop e step è arrivato oltre i 12,50, pensate un pò alle potenzialità di questo ragazzo.
Rientro coi fiocchi per Marian Oprea, il pluriinfortunato rumeno che ha tirato fuori dal cilindro un gran salto relegando al terzo posto il capofila stagionale Teddy Thamgo che ha pagato i suoi 21 anni.
Delusione per i tanti francesi presenti che si sono rifatti poco dopo durante il 1500 finale di una delle gare di decathlon più incerte che si ricordino: 3 in lotta per l'oro in 60 punti e gran gara di Romani Barras che se ne va nell'ultimo giro suggelando il suo meritatissimo oro con un 400 finale dei 1500 dopo 10 gare veramente da paura, un esempio da far vedere a chiunque si avvicini al nostro sport.
Ottime qualificazioni per Meucci e La Rosa che ritroveremo nella finale dei 5.000 sabato in quella che si preannuncia un'altra bella battaglia come quella dei 10.000, speriamo bene.
escono invece purtroppo i 3 ottocentisti e Galvan nei 200(per un solo centesimo), così come Tedesco negli ostacoli alti e Panizza in quelli bassi mentre dall'asta una notizia cattiva (Piantella che non riesce ad eguagliare il personale e passare) e una buona (un Gibilisco regale che si qualifica a 5,65 con soli 3 salti, occhio al siciliano dagli occhi di ghiaccio!!!).
Brava anche Simona La Mantia che conferma il suo trend positivo e entra in finale mentre irriconscibile è stata Zahra Bani nel giavellotto (pare che abbia rilasciato dichiarazioni controverse alla tv....). Infine gara difficile pr Fassinotti nell'alto iniziato sotto il nubifragio con il buon Marco che si comporta bene sulla pedana bagnata (lui è un mago della pioggia) fino alla misura di 2,26...dove esce proprio mentre la pedana si sta asciugando, un 9° posto a 21 anni è comunque una buona base per il saltatore torinese.
In questo momento siamo nel clou della gara di marcia 50km dove il francese Diniz l'ha messa giù dura fin dall'inizio....Schwazer è lì dietro in lotta per le medaglie e chissà...mancano 20km...intanto ottima conferma per Marco De Luca dopo l'eccellente piazzamento di Berlino, se regge porterà a casa un altro bel risultato...
Hasta luego!!!